fbpx

Concentrazione Dharana

13

JANUARY, 2016

Dharana significa “tenere insieme”, dharana vuol dire “concentrazione”. Questo è il sesto degli otto stadi dello yoga.

I primi stadi descritti da Patanjali nei suoi Yoga sutra sono i valori dello yoga (yamas e nyamas), le pose di yoga (asanas), gli esercizi di respirazione (pranayama), il ritiro o controllo dei sensi (pratyahara). Ora entriamo nella sfera della meditazione con dharana, la concentrazione. Nei prossimi mesi tratteremo poi gli ultimi due stadi dello yoga: dhyana (la meditazione) e samadhi (la liberazione).

Secondo Patanjali dharana è il ponte tra la coscienza e un singolo punto focale.

Dharana e Yoga

Tutti noi sappiamo quanto è difficile rimanere concentrati per un periodo lungo, specialmente quando cerchiamo di “sforzarci” a farlo. Anche se momenti di dharana, o concentrazione profonda, capitano ogni volta che siamo completamente presenti in una situazione, per arrivare a lavorare con dharana consciamente dobbiamo preparare bene il corpo e la mente.

Dharana vuol dire fissare la mente su una cosa specifica, un oggetto o un’idea. L’oggetto di dharana può essere sia esterno a noi (ad esempio un fiore) sia interno (un’immagine, un ricordo o il nostro respiro). Quando fissiamo la nostra mente su un punto, tutto il resto scompare, le altre attività mentali si fermano o vengono sospese e veniamo completamente assorbiti da questo. Si dice che, appena la mente è completamente assorbita dal suo oggetto, diventa trasparente come un cristallo. Essa si perde nell’oggetto di concentrazione e diventa della forma del suo oggetto.

Secondo l’hatha yoga, dharana può essere praticato solo se siamo liberi dalle distrazioni della mente. Per questo motivo, è molto importante prepararsi in modo adeguato. I pensieri che sorgono nella nostra mente sono come nuvole in un ciel sereno che non permettono di concentrarci su un unico punto poiché ci distraggono. Questi pensieri, che giorno dopo giorno ci affliggono, sono le nostre preoccupazioni, ciò che non ci fa essere felici. Il percorso dello yogi porta gradualmente a liberare la nostra mente dalle turbolenze quotidiane, per vivere nella naturalezza della vita, nella gioia e felicità.

Secondo gli yogi, ci sono cinque diversi stadi della mente: Kshipta o la mente che vaga e distratta; Mudha o la mente che dimentica e letargica; Vikshipta o mente ancora distratta, ma con l’opportunità di potersi concentrare; Ekagrata o mente concentrata su un punto; Nirudhah o mente controllata. Nell’antico brahmanesimo e buddhismo, dharana veniva usato per alterare gli stati di coscienza, per risvegliare stati di pace, di gioia, di contentezza e amore.

Come yogi, pratichiamo dharana inconsciamente durante le pose o asanas, gli esercizi di pranayama o quando stiamo meditando. Questo è ciò che distingue la pratica fisica dello yoga dalla ginnastica: concentrarci su quello che stiamo facendo, essere presenti focalizzandoci sul respiro. Questa è la bellezza dello yoga che, se praticato con costanza e perseveranza, manifesterà ogni stadio naturalmente nella tua vita, senza sforzi.

Esercizi di concentrazione. Praticare dharana

Per tutti gli esercizi di concentrazione, come anche nella meditazione, è bene sedersi a terra a gambe incrociate, su un cuscino o una sedia, senza appoggiare la schiena. Bisogna mantenere la schiena il più dritta possibile. Se svolgessimo gli esercizi da supini, rischieremmo di addormentarci.

Esercizio sui sensi

Questo esercizio consiste nel concentrarsi sulla punta del naso, per esempio, sulla punta della lingua o sul palato. Si calmeranno così le fluttuazioni della mente.

Esercizi sugli oggetti

Un altro esercizio può essere concentrarsi su oggetti esterni come la luna, un albero, una pietra preziosa.

L’esercizio della mente o cuore puro

Questo esercizio viene usato dagli yogi più esperti. Qui ci si concentra sulle qualità della mente o del cuore di qualcuno che consideriamo puro, come per esempio il Buddha. L’essere assorbiti nelle qualità positive di qualcun altro ci aiuterà a incarnarle in noi stessi, portando alla liberazione della mente.

Esercizio sulla candela: Trataka

Questo è un esercizio che amo molto. Accendo una candela e la metto a 20cm di distanza da me, all’altezza dello sguardo (se siamo sedute a terra, per esempio, possiamo appoggiare la candela su una sedia). Mi siedo con la schiena dritta. L’esercizio viene meglio se la stanza è in penombra. Inizio fissando la fiamma della candela senza battere le ciglia. Quando gli occhi si seccano troppo e inizio a battere le ciglia porto i palmi delle mani davanti a questi e cerco di non far passare nessuna luce. Mantengo gli occhi aperti e osservo il ricordo della fiamma della candela nella mia mente. Quando quest’immagine svanisce, tolgo le mani e ricomincio a osservare la candela.

Esercizio prima di dormire

Questo esercizio si esegue controllando l’istante del passaggio tra lo stato di veglia e quello di sonno. Bisogna imparare a cogliere il momento di vuoto prima di dormire.

Suggerimento di Patanjali: medita su qualsiasi oggetto o idea che ti si addice di più. Non è importante l’oggetto della concentrazione, ma lo stato meditativo in cui ti farà entrare. Puoi concentrarti su qualsiasi cosa ti aiuti a rimanere presente. Usa una matita, una mela, il ricordo del mare, la qualità della compassione o il respiro.

Cosa succede durante la concentrazione?

Quando siamo assorbiti nella concentrazione, perdiamo il senso del tempo. Smettiamo di chiederci “quanto manca alla fine di questo esercizio”, e non ci rendiamo conto di quanto tempo sia passato. Perdiamo il senso del corpo e quindi del dolore.
Hai mai sentito dire che quando i soldati sono in guerra non sentono la stanchezza? Oppure, ti è mai capitato di leggere un libro che ti piace tantissimo e non accorgerti che hai letto per tutto il pomeriggio? Perché, invece, nella nostra quotidianità siamo sempre stanchi e ci lamentiamo che la nostra mente non ci dà tregua? Dunque, praticare la concentrazione è importante.

Benefici di dharana

Il più importante beneficio per uno yogi è che, una volta imparato a concentrarsi, sarà più facile iniziare a meditare. Altri benefici:

  • aumento delle difese immunitarie
  • lucidità mentale
  • calma mentale
  • salute
  • più efficienza in qualsiasi attività
  • mente allegra e spensierata

Avvertenze

È difficile praticare la concentrazione se si è malati, si ha fame o si ha mangiato troppo quindi, prima bisogna prendersi cura del corpo e poi della mente.

Consiglio di ByogaByou per donne impegnate

Bastano dieci minuti al giorno per focalizzare la nostra mente su un oggetto o sul nostro respiro e avere dei benefici. Ma, se non riesci a trovare del tempo in cui sederti a eseguire un esercizio specifico, ecco un consiglio per te: porta dharana nelle cose che fai!

Mentre stai lavando i piatti o parlando con qualcuno, non perderti nei tuoi pensieri. La nostra mente ci parla, commenta, giudica, misura. Questo è un esercizio che migliorerà la qualità della tua vita e delle tue relazioni. Prova oggi stesso. Se stai parlando con una persona per esempio, dalle la tua completa attenzione, non ascoltare il costante commento nella tua testa su quello che sta dicendo e non commentare il suo modo di portare i capelli o come muove la bocca mentre parla. Cerca di focalizzarti solo su quello che sta dicendo. In questo modo, potrai praticare dharana in tutte le ore di veglia. Prova, può essere divertente!

Quando piove, l’acqua si divide in tante piccole gocce, tanti piccoli atti di concentrazione. Quando poi l’acqua si ricongiunge nell’oceano diventa di nuovo UNO: questa è meditazione. Momenti individuali di Dharana (le singole gocce) diventano meditazione (l’oceano).

YIN YOGA

Meditazione – Dhyana

YIN YOGA

6 ragioni per cui lo yoga online è fantastico

YIN YOGA

I 10 comandamenti della bellezza per essere più belle da subito!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi